RISIEDERE A SAN MARINO

Elevati standard di salute, sicurezza, tutela ambientale e istruzione fanno della Repubblica di San Marino un paradiso sotto il profilo della qualità della vita, anche in virtù del basso tasso di criminalità.
Sempre più San Marino si propone come modello statuale in tema di sviluppo sostenibile, ispirato al massimo rispetto del territorio e delle sue risorse. 

E-way, ad esempio è un progetto di mobilità sostenibile, che promuove l'utilizzo di veicoli a basso impatto ambientale. Clicca qui per visionare servizi ed incentivi.

In materia ambientale, numerosi strumenti normativi e politiche efficaci a tutela dell'ambiente consentono un utilizzo accorto e razionale delle risorse naturali. Pur nella sua limitata estensione territoriale, la Repubblica di San Marino possiede una notevole varietà di ambienti e di micro-habitat naturali assieme ad un ricco patrimonio di diversità biologica, geologica e paesaggistica. Tutto ciò costituisce una preziosissima risorsa ecologico-ambientale. Clicca qui per ulteriori informazioni sul territorio. 

Incentivi green

La normativa di riferimento per l’ottenimento di meccanismi di incentivazione a seguito di interventi di efficientamento energetico di edifici esistenti e nuovi e’ il Decreto Delegato 51/2017.
Le principali tipologie di incentivazione sono di seguito riassunte:

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI IN FAVORE DI IMPRESE

Il Decreto Delegato 51/2017 risponde alle esigenze delle imprese che intendono efficientare la propria struttura, mettendo a disposizione un contributo in Conto Interessi con l'articolo 31. Tale contributo dovrà essere beneficiato a seguito di intervento/i che porti all’abbattimento dei consumi energetici attraverso l'installazione di impianti fotovoltaici, eolici, termici solari, geotermici, cogeneratori, compresa la sostituzione dei vecchi dispositivi illuminanti con nuovi dispositivi a tecnologia LED o che producano equivalente risparmio energetico innovativo come i modulatori del flusso luminoso o le accensioni programmabili.
Sono oggetto di contributo anche gli interventi di abbattimento dei consumi idrici e l'acquisto e l'installazione di attrezzature e macchinari atti a conseguire la riduzione dei rifiuti e delle emissioni inquinanti prodotte. A tale contributo possono accedervi le Imprese aventi i requisiti di cui all'art. 4 del Decreto Delegato 93/2013 e le Aziende e le Cooperative Agricole, l’Ufficio referente per tale contributo è l’Ufficio Industria.

CONTRIBUTI ECONOMICI A FONDO PERDUTO

Il Decreto Delegato 51/2017 introduce incentivi a Fondo Perduto da un minimo di €. 4.000,00= ad un massimo di €. 30.000,00= per la riqualificazione energetica di unità immobiliari esistenti di cui all'art. 7, comma 2, per le quali al termine dell’intervento di efficientamento energetico dovranno essere raggiunti i differenti parametri stabiliti ai fini dell’accesso per ognuna delle tre differenti fasce d’incentivo.
A tali incentivi potranno accedere persone fisiche o giuridiche proprietarie di unità immobiliare oggetto di intervento o titolari di contratto di locazione finanziaria o soci di cooperative di abitazione, l’Ufficio referente per tale contributo è lo Sportello per l’Energia.

CONTRIBUTI ECONOMICI A FONDO PERDUTO PER IMPIANTI FER

Il Decreto Delegato 51/2017 introduce incentivi a Fondo Perduto fino ad un massimo di complessivi €. 3.000,00= per l’installazione di impianti di produzione di energia da FER che garantiscano la copertura del 100% dei consumi di energia elettrica dell’unità immobiliare esistente di cui all’art. 10, comma 2.
A tali incentivi potranno accedere persone fisiche, persone fisiche operatori economici e persone giuridiche, se proprietarie o titolari di diritto di superficie sul bene immobile (vincolato per almeno 15 anni) sul quale si realizza l’installazione di un impianto da incentivare, i soci di cooperative di abitazione ed i conduttori di contratti di leasing immobiliare qualora siano rispettivamente assegnatari o conduttori di un bene immobile sul quale si realizza l’installazione di un impianto da incentivare, l’Ufficio referente per tale contributo è lo Sportello per l’Energia.

INCENTIVO PER MEZZO DI DETRAZIONE D’IMPOSTA

Il Decreto Delegato 51/2017 prevede per interventi edilizi ed impiantistici di riqualificazione energetica di cui all’art. 18, comma 2 effettuati su unità immobiliari esistenti, incentivi per mezzo di detrazione d’imposta per una percentuali pari al 50% delle spese sostenute fino ad una spesa massima complessiva €. 10.000,00= da suddividere in 10 anni con un massimo di €. 500,00= per periodo d’imposta.
A tali incentivi potranno accedere persone fisiche o giuridiche proprietarie di unità immobiliare oggetto di intervento o titolari di contratto di locazione finanziaria o soci di cooperative di abitazione, l’Ufficio referente per tale contributo è lo Sportello per l’Energia.

PASSIVITA’ DEDUCIBILI

L'articolo 19 bis del Decreto Delegato 51/2017, per le spese relative agli interventi di cui ai commi 1, 2, 3, 4, 5 e 6, offre attraverso le passività deducibili una forma di incentivazione rivolta a quei cittadini che hanno realizzato un nuovo edificio con confort energetico maggiormente performante e virtuoso rispetto al confort energetico obbligatorio che la Legge 48/2014 impone di raggiungere.
L’Ufficio referente per tale contributo è lo Sportello per l’Energia.

Sistema Sanitario
Il sistema sanitario nazionale garantisce assistenza medico-chirurgica generica e specialistica gratuita e di alta qualità a tutti i residenti. La sinergia tra la posizione geografica strategica e l'eccellente qualità dei comparti di diagnosi, cura e chirurgia fa sì che il paziente possa trovare le soluzioni più adeguate per il proprio benessere. L'Authority Sanitaria, preposta all'autorizzazione e al controllo delle strutture sanitarie (case di cura, poliambulatori, biobanche, cell factories, ecc) nel rispetto delle normative UE in materia, assicura tempi rapidi di verifica e autorizzazione. 
Il Paese è favorevole ad accogliere investitori in ambito sanitario, in un’ottica di investimento per la qualità della vita. Per maggiori informazioni sul sistema sanitario clicca qui.

Cultura
San Marino vanta numerosi monumenti e musei, istituzionali e privati, che rivestono un’importanza culturale notevole e raccolgono la storia, l’archeologia e l’arte della Repubblica.  Altrettanto ricco è il panorama culturale, con una fitta agenda di eventi in una cornice unica: rassegne musicali, rievocazioni storiche, esposizioni, eventi sportivi, concorsi internazionali e cerimonie istituzionali che evocano la storia millenaria della Repubblica.
Visita il sito del turismo di San Marino cliccando qui e scopri altro sulla cultura qui.
Per quanto riguarda l’istruzione, nel Paese sono presenti tutti gli ordini di scuola. I diplomi rilasciati (linguistico, classico, scientifico ed economico e biennio dell’Istituto Tecnico Industriale) sono pienamente equiparati ai titoli europei, assicurando l’accesso alla formazione universitaria in qualsiasi Paese. Inclusione scolastica, educazione allo sviluppo sostenibile, consapevolezza nell’uso delle tecnologie digitali rappresentano temi interdisciplinari che evidenziano la qualità della scuola. Per altre informazioni sul sistema scolastico clicca qui.
 
L'Università degli Studi della Repubblica di San Marino, una piccola università di eccellenza, riveste un ruolo importante di supporto alle attività commerciali, ai progetti d’innovazione e ai programmi di formazione sammarinese. Ad essa sono legati importanti intellettuali e studiosi tra cui Umberto Eco, Giulio Carlo Argan, Maurice Aymard, Wolfgang Mommsen e Luciano Canfora.
L’offerta formativa è ampia, dai Corsi di laurea triennali e magistrali ai Master, dall’Alta Formazione al Dottorato di Ricerca in Studi Storici. Scopri di più 

San Marino offre diverse possibilità di ottenimento della residenza, come indicato in questa sezione.
Per tutte le tipologie, trascorsi dieci anni dall'iscrizione nel registro della popolazione residente, la residenza diviene permanente.