RESIDENZA SEMPLIFICATA

RESIDENZA SEMPLIFICATA - Legge 71/2013

La residenza con regime semplificato è concessa al cittadino straniero che realizzi uno o più investimenti nel territorio della Repubblica di San Marino, atti ad avviare una nuova attività economica e/o a rilevarne una esistente al fine di rilanciarne e/o consolidarne lo sviluppo.
La richiesta può essere avanzata:
a) per l’imprenditore o gli imprenditori;
b) per un determinato numero di figure dirigenziali e/o ad alto grado di competenza tecnica e professionale;
c) per un determinato numero di ricercatori necessari all'avvio di specifici progetti aziendali in materia di ricerca e sviluppo;
d) per i famigliari conviventi dei soggetti risultanti dallo stato di famiglia, di cui alle precedenti lettere a), b) e c).

I requisiti da soddisfare sono:

- assunzione dalle liste di avviamento al lavoro di almeno 5 dipendenti a tempo indeterminato e ad orario contrattuale pieno;
- acquisto di un immobile già esistente al momento del perfezionamento della transazione del valore minimo di 300.000 €, oppure fideiussione bancaria o assicurativa rilasciata da soggetto vigilato sammarinese;
- stipula di una polizza di copertura sanitaria per ogni richiedente la residenza del valore di 30.000 € per i primi 24 mesi.

Settori imprenditoriali da incentivare in caso di residenza per motivi economici:
- produzione di beni o di servizi tecnologicamente avanzati;
- settore dell’economia del verde;
- settore della ricettività e turismo;
- settore intrattenimento e divertimento;
- settore commercio;
- settore arti e cultura;
- produzioni tradizionali a basso impatto ambientale;
- settore sanitario e farmaceutico;
- settore di direzione, marketing, relazioni internazionali, formazione e ricerca.