Imprenditoria giovanile e femminile

La commissione esamina 13 progetti


Si è riunita venerdì, presso la Segreteria di Stato per l’Industria, la Commissione per l’imprenditoria giovanile e femminile che ha preso in esame i 13 progetti presentati per la seconda sessione del 2014.

La Commissione, presieduta dal segretario di Stato per l’Industria Marco Arzilli e alla presenza della segreteria di Stato al Lavoro, della Camera di commercio, delle Associazioni nazionali di categoria Anis, Osla, Unas, Usc, Usot, degli Istituti di credito e dell’Università, ha concesso complessivamente, come contributo a fondo perduto € 112,000, mentre sono stati stanziati € 647,000 sotto forma di credito agevolato, inoltre sgravi contributivi e fiscali.

I progetti presentati avevano ad oggetto prevalentemente attività commerciali con prevalenza vendita e-commerce, ma non sono mancate anche due attività di produzione che riguardano il settore alimentare, due attività artigianali e alcune attività di servizi in ambito ricreativo.

I progetti sono stati presentati da persone con un’età media di 28 anni.

Arzilli: “La realtà della nuova impresa sammarinese si conferma vivace e interessante, il numero e le idee dei nuovi imprenditori che si presentano ogni sei mesi rappresenta un segnale decisamente positivo, che si affianca ai dati in crescita diffusi nelle ultime settimane dal bollettino di statistica”.

La prossima scadenza per la presentazione delle domande per l’imprenditoria giovanile è il 30 marzo 2015: i giovani aspiranti imprenditori che hanno in mente di avviare un’attività e vogliono presentare la propria idea alla Commissione, possono reperire la documentazione sul sito della Camera di commercio e, una volta compilata, va consegnata alla Camera di commercio per l’istruzione delle pratiche.

Per ulteriori informazioni si può fare riferimento alla Camera di commercio: 0549 980380.