L'imprenditoria giovanile è viva e vitale

La Commissione per l'imprenditoria giovanile e femminile ha preso in esame 13 progetti


Si è riunita ieri, presso la Segreteria di Stato per l'Industria, la Commissione per l'imprenditoria giovanile e femminile che ha preso in esame i 13 progetti presentati per la prima sessione del 2014.

La Commissione, presieduta dal Segretario di Stato per l'Industria Marco Arzilli e di cui fanno parte il Segretario per il Lavoro Iro Belluzzi, rappresentanti di Camera di Commercio, delle Associazioni Nazionali di Categoria, degli Istituti di Credito e dell'Università, ha erogato in totale 593.500 euro.

Nello specifico, 41mila euro sono stati concessi come contributo a fondo perduto, mentre 552.500 sono stati erogati sotto forma di credito agevolato, inoltre sgravi contributivi e fiscali.

Ecologia ed eco-sostenibilità le parole d'ordine di molti dei progetti presentati: quattro di essi infatti avevano come motto 'Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma ', sono quindi legati al riciclaggio e al riuso dei materiali.
Due i progetti relativi a servizi e prodotti per il mondo animale, ma anche progetti nell'ambito dell'editoria e del commercio.
Dei 13 progetti presentati, sette hanno come referente e proponente una donna.

Il 30 settembre 2014 scade il termine per la presentazione delle domande per la seconda sessione: i giovani aspiranti imprenditori che hanno in mente di avviare un'attività e vogliono presentare la propria idea alla Commissione, possono reperire la documentazione sul sito https://igf.cc.sm e, una volta compilata, consegnarla a Camera di Commercio per l'istruzione delle pratiche.

Per ulteriori informazioni si può fare riferimento alla Camera di Commercio: www.cc.sm, 0549 980380.