SIMEST: sostegno per le imprese italiane all'estero

I nuovi servizi SIMEST per le piccole e medie imprese per affrontare i mercati esteri 

SIMEST, società finanziaria di sviluppo e promozione delle attività delle imprese italiane all'estero, controllata dal Ministero dello Sviluppo Economico partecipata dai principali istituti di credito italiani ed associazioni imprenditoriali, ha presentato in un convegno organizzato da Unioncamere italiana a Bologna con la collaborazione di Unioncamere Emilia-Romagna i nuovi servizi offerti alle Pmi per affrontare i mercati esteri. Dal 2010 SIMEST ha infatti visto accrescere compiti e funzioni con nuove attività. E' stata infatti estesa l'attività di investment banking, a condizioni di mercato, in Italia e nell'Unione Europea: SIMEST può quindi acquisire partecipazioni di minoranza (fino al 49%) nel capitale sociale di imprese o di loro controllate aventi sede anche all'interno dell'Unione Europea funzionali all'internazionalizzazione. L'altra novità è l'intervento a favore delle PMI esportatrici: un finanziamento agevolato, riservato alle PMI che realizzano un fatturato estero almeno del 20% che è concesso fino ad un massimo di 500 mila euro e prevede due fasi: la prima, per una durata di due anni, in cui il finanziamento viene erogato in unica soluzione. La seconda, quella del rimborso, dura cinque anni a partire dalla fine del secondo esercizio successivo alla fase di erogazione e avviene con modalità differenziate con tasso agevolato pari al 15% del tasso UE per le imprese più meritevoli. Per approfondimenti www.simest.it