Intervista – Made in San Marino n°9

Tratto dal magazine della Camera di Commercio

                                                                              GO TO THE ENGLISH VERSION CLAUDIO PODESCHI Segretario di Stato per la Sanità Quali sono le riforme più importanti dall'insediamento della Sua Segreteria? Sono tanti e sfaccettati gli interventi di riforma portati avanti dalla Segreteria di Stato per la Sanità. Dal punto di vista legislativo per cominciare, è stato istituito il Comitato Sammarinese di Bioetica (Legge 29.01.2010 n. 34) che, grazie al suo team di esperti, proietta la nostra Repubblica nel circuito internazionale della sperimentazione. Un altro importante passo avanti è stato fatto con la Legge n. 57 del 27 aprile 2009, "Regolamentazione degli interventi sanitari per persone con disturbi mentali”, che è andata a colmare un vuoto legislativo che interessava  questa materia così delicata. Altri importanti provvedimenti hanno riguardato invece la riorganizzazione dell'ISS, sia nella parte amministrativa che in quella medico-professionale, gli assegni familiari, gli interventi per gli anziani e le persone disabili che si avvalgono di assistenza privata, e anche un progetto in collaborazione con l'Università di San Marino per prevenire l'obesità in età adolescenziale.  Come sono i rapporti con l'Italia in materia sanitaria? Vorrei rispondere con una battuta dell'On.le Ferruccio Fazio, Ministro della Salute  italiano:”I rapporti tra Italia e San Marino sono non migliorabili” nel senso che meglio di così non si può fare. Ad esempio abbiamo da poco firmato due nuovi protocolli d'intesa  relativi a prodotti cosmetici, biocidi e presidi medico-chirurgici. E' invece del 21 gennaio 2010 la "Legge quadro in materia utilizzo di sangue, cellule, tessuti ed organi dell'essere umano” che recepisce le direttive europee e ci mette in condizione di operare in piena sinergia con l'Italia. Non dobbiamo dimenticare infine gli accordi con la Regione Emilia Romagna sullo scambio di prestazioni sanitarie. In quale maniera la Segreteria incide nella vita economica della nostra Repubblica Certamente la riorganizzazione dell'Ospedale di Stato sta influendo molto in questo senso. La volontà è quella di offrire prestazioni ad alta qualità, grazie al supporto di professionisti del settore, che siano anche in grado di attrarre risorse. Ne è un esempio il Comitato di Bioetica, che per la sua costituzione e l'altissimo livello di specializzazione, è in grado di richiamare l'attenzione delle aziende del circondario e non solo. Quale contributo sta dando e potrà dare la Segreteria di Stato per la Sanità allo sviluppo delle imprese private  e pubbliche  legate al settore sanitario? Sicuramente i due organismi creati in seno all'ISS – l'Authority e il Comitato di Bioetica-  costituiscono due importati punti di riferimento per le imprese che sono collegate al settore della sanità. E' proprio grazie al ruolo di questi due organismi infatti che siamo in grado di seguire le evoluzioni del mondo sanitario, in un continuo rapporto di interscambio con la vicina Italia. Clicca per aprire il magazine: Novembre - Dicembre / November - December 2010