Ufficio Programmazione Economica

Bollettino di statistica III trimestre 2010

L'Ufficio Programmazione Economica e Centro Elaborazione Dati e Statistica comunica la sintesi dei principali aggiornamenti dei dati statistici. Popolazione: A settembre 2010 la popolazione residente risulta pari a 31.851 unità, di cui 15.638 maschi (49%) e 16.213 femmine (51 %). Si assiste ad un incremento rispetto a dicembre 2009 dello 0,7% (la popolazione residente era di 31.632 unità) e rispetto settembre 2009 dell' 1 %. La popolazione presente ammonta a 33.167. I matrimoni celebrati, da gennaio a settembre 2010, sono stati 180, di cui 65 celebrati con rito religioso e 104 con rito civile e 11 non specificato. Le famiglie ammontano a 13.730 unità con un numero medio di componenti pari a 2,31 . Territorialmente 10.368 abitanti sono residenti a Serravalle, dove si riscontra il maggior incremento di popolazione rispetto a settembre 2009 (+128), a Fiorentino 2.481 (+67), a Domagnano 3.077 (+43), a Borgo Maggiore 6.392 residenti (+30), ad Acquaviva 2.043 (+19), a Chiesanuova 1.068 (+12), a Faetano 1.177 (+12), a Montegiardino 910 (+12), a San Marino 4.335 (-10), unico castello della Repubblica ad aver subito un decremento. Imprese: Il totale delle imprese presenti ed operanti in Repubblica, a settembre 2010, è pari a 6.116 unità, calate fortemente nell'ultimo anno. Rispetto Settembre 2009 si registrano 347 imprese in meno (-3,4%) e il maggior decremento si riscontra nel settore delle attività immobiliari, dell'informatica e dei servizi alle imprese, con una variazione di -197 unità, pari al -7,9%. Un calo importante si registra anche nei settori: Commercio (-106 unità, -6,3%), Industria Manifatturiera (-26 unità, -4,2%) e Costruzioni e Impianti (-16 unità, -3,6%). A settembre 2010 la forma giuridica più diffusa è quella societaria con 3.734 unità -326 unità rispetto a settembre 2009, sono inoltre presenti 528 imprese artigianali (-10), 452 imprese commerciali (–22), 723 attività libero professionali (+15), 169 imprese industriali (0), le cooperative sono 74 (0) e i consorzi 8 (0). Turismo: Il periodo gennaio/settembre 2010 ha registrato un afflusso turistico pari a 1.699.872 visitatori, in calo del 2,7% rispetto al medesimo periodo del 2009 (con un afflusso pari a 1.747.389), mentre solo settembre 2010 fa registrare 220.608 presenze rispetto alle 233.307 dello stesso mese del 2009. Trasporti: A settembre 2010 il totale di veicoli circolanti in Repubblica è di 55.352, mentre i veicoli immatricolati sono complessivamente, da gennaio a settembre, 3.492 (-408 rispetto a gennaio/settembre 2009): 2.446 sono autoveicoli (- 349 rispetto a gennaio/settembre 2009), di cui 1.282 nuovi e 1.167 usati, 762 sono cicli e motocicli (- 30) e 284 sono mezzi di lavoro (- 29). Prezzi: L'indice generale dei prezzi al consumo a San Marino nel mese di settembre 2010 è risultato pari a 120,03, con una variazione Settembre 2010/Settembre 2009 del +3,02%. Occupazione / disoccupazione: A settembre 2010 le forze di lavoro complessive sono pari a 22.671 unità di cui 12.839 maschi (56.6%) e 9.832 femmine (43.4%) e rispetto a settembre 2009 si evidenzia un decremento di 217 unità (- 0,9%). I lavoratori dipendenti sono 19.903 (87,8%), 1.945 sono lavoratori indipendenti (8,6%) ed infine 823 sono i disoccupati totali (3,6%), di cui 527 sono disoccupati in senso stretto.I lavoratori dipendenti del settore privato hanno fatto registrare un decremento di -164 unità da settembre 2009 a settembre 2010, raggiungendo 15.728 unità, di cui 9.494 maschi (60,4%) e 6.234 femmine (39,6%). I settori che hanno subito il calo maggiore sono: "Industrie manifatturiere” (-136 dipendenti), "Attività immobiliari, informatica e servizi alle imprese” (-90), "Costruzioni e impianti” (-75), "Alberghi e ristoranti” (-27) e "Commercio” (-12). Nel Settore Pubblico Allargato i lavoratori sono 4.175, di cui 2.463 femmine (58,7%) e 1.712 maschi (41,3%), in diminuzione di 13 unità rispetto al settembre 2009. A settembre 2010 i disoccupati totali ammontano a 823 unità (-87 rispetto dicembre 2009 e + 6 rispetto a settembre 2009) anche se in realtà di questi solo 527 sono disoccupati in senso stretto (+23 rispetto a dicembre 2009 e +5 rispetto a settembre 2009), ovvero coloro che si rendono immediatamente disponibili ad entrare nel mondo del lavoro, di cui 232 maschi e 295 femmine. In particolare, in entrambi i casi, le fasce di età che contano il maggior numero di disoccupati sono quella dai 20 ai 24 anni seguita da quella dai 25 ai 29 anni, ed il titolo di studio prevalente è il diploma di Maturità. La percentuale di disoccupati laureati è di circa il 15,2% per i disoccupati totali (125 unità), e del 11,9% per quelli in senso stretto (63 unità). Cassa integrazione guadagni: Il periodo gennaio/luglio 2010 presenta un totale di 438 casi di ricorso alla CIG con un totale di 637.834 ore liquidate per un importo pari a 6.279.492 euro. Nello stesso periodo del 2009 sono stati registrati 365 casi di ricorso alla CIG con un totale di 722.639 ore liquidate per un importo pari a 7.018.722 euro. Relativamente alle cause va evidenziato che l'incidenza maggiore è determinata dalla causa "Situazioni temporanee di mercato” la quale, in termini di ore liquidate, nel periodo gennaio 2010/luglio 2010 ha raggiunto il 59,4% del totale. In particolare, nello stesso periodo, l'industria manifatturiera è il ramo di attività economica che ne ha fatto più ricorso, con 373.981 ore liquidate che corrispondono al 58,6%. Ufficio Programmazione Economica e Centro Elaborazione Dati e Statistica (qui il documento completo in versione pdf).