Imprenditoria giovanile: la Commissione ha esaminato dieci pratiche

Concesse agevolazioni ai giovani aspiranti imprenditori sammarinesi

    Puntare sull'innovazione quale fattore cruciale dello sviluppo dell'economia sammarinese e incoraggiare la nascita di giovani imprese, consentendo la crescita dell'occupazione giovanile e femminile non solo in termini quantitativi ma anche qualitativi. Questi gli obiettivi della Legge a sostegno dell'imprenditoria giovanile e femminile (Legge 24 novembre 1997 n. 134) che, da oltre 10 anni, favorisce la formazione imprenditoriale e la professionalità dei giovani e delle donne, agevolando l'accesso al credito a giovani imprenditori e imprenditrici che intendono mettersi in proprio. E proprio il 4 novembre è tornata a riunirsi la Commissione per l'Imprenditoria Giovanile e Femminile che  ha deliberato in merito alle agevolazioni da concedere a nuovi progetti di impresa. La Commissione, presieduta dal Segretario di Stato per l'Industria e composta dal Segretario di Stato al Lavoro, dai rappresentanti delle associazioni di categoria Anis, Osla, Usot, Usc, Unas, dall'Università, da un rappresentante degli Istituti di Credito e dalla Camera di Commercio, ha esaminato ben dieci pratiche. Le proposte degli aspiranti imprenditori hanno coinvolto diverse tipologie di attività: dalla consulenza in materia ambientale, al web, all'enogastronomia, all'organizzazione di eventi. Concesse agevolazioni sotto varie forme: fondo perduto per un totale di € 57.816, credito agevolato per un totale di € 510.033,00, esenzione parziale sui contributi previdenziali, esenzioni fiscali.   "L'innovazione è senza dubbio la leva su cui dobbiamo fare forza per traghettare la nostra Repubblica nel terzo millennio – ha dichiarato Marco Arzilli, Segretario di Stato per l'Industria – e i giovani sammarinesi si dimostrano creativi e attenti alle novità. E' puntando su di loro che saremo in grado di dare un volto nuovo all'imprenditoria sammarinese, modernizzando idee, contenuti e metodi”.   Positivo anche il commento del Segretario di Stato per il Lavoro, Gianmarco Marcucci:"E' importante che i giovani si rendano protagonisti della loro vita lavorativa, sfruttando le proprie conoscenze e le proprie abilità in un progetto di impresa innovativo. E' un atteggiamento responsabile che da una parte valorizza il singolo individuo, e dall'altra ha una ricaduta benefica sull'intera collettività, grazie alla creazione di nuovi posti di lavoro e di nuove prospettive”.  "Siamo sempre più convinti che il  sostegno a questo tipo di imprenditoria sia un vero e proprio stimolo alla cittadinanza attiva – commenta Simona Michelotti, Presidente della Camera di Commercio-. Attribuendo infatti un valore oggettivo alle singole competenze e al bagaglio di esperienze di ciascuno, si gettano nuove basi per la realizzazione della visione del futuro del sistema San Marino”.  La prossima Commissione si riunirà entro il 30 giugno 2011. Tutti i giovani che hanno un'idea innovativa e desiderano entrare nel mondo del lavoro come aspiranti imprenditori possono presentare le domande presso la Camera di Commercio di San Marino entro il 30 marzo.  Per informazioni sulla legge è possibile visionare il sito www.cc.sm alla sezione "Imprenditoria Giovanile” oppure telefonare al numero 0549.980380.     VAI ALLA SEZIONE IMPRENDITORIA GIOVANILE