San Marino e Slovenia da oggi ancora più vicine

l'incontro della Presidente della Camera di Commercio con l'Ambasciatore sloveno

    Accordi bilaterali che agevolano la circolazione delle persone e  gli scambi commerciali.  E soprattutto, un'amicizia di vecchia data nata in seguito al  riconoscimento della Slovenia quale Stato indipendente da parte della Repubblica di San Marino, tra i primi Stati nel mondo a farlo nel lontano 1992. Tante le tappe che legano la storia dei due Paesi. Tanti i punti in comune che l'Ambasciatore della Repubblica slovena in Italia,  Iztok Mirošič ,  ha sottolineato nel corso dell'incontro tenutosi con la Presidente della Camera di Commercio di San Marino, Simona Michelotti.  Un colloquio fortemente voluto dall'Ambasciatore che, nel corso della visita in Repubblica per la presentazione delle credenziali ai Capitani Reggenti, ha incontrato alcuni rappresentanti della realtà economica sammarinese proprio per rafforzare e dare concretezza ai legami già esistenti. Una decisa  volontà di collaborazione che l'Ambasciatore ha auspicato possa portare alla firma di un vero e proprio accordo tra le rispettive Camere di Commercio, naturalmente in seguito ad un opportuno approfondimento e scambio di informazioni sulle attività commerciali e economiche di San Marino e Slovenia.   L'incontro si è rivelato anche un'occasione favorevole per conoscere da vicino l'esperienza della Repubblica slovena nel processo di adesione all'Unione Europea. Una scelta strategica che, a detta dell'Ambasciatore, ha consentito al Paese di raggiungere uno sviluppo che altrimenti non sarebbe stato possibile.  "E' stato affascinante ascoltare l'Ambasciatore nella ricostruzione del percorso che ha portato la Slovenia ad entrare nell'Unione Europea – commenta Simona Michelotti, Presidente della Camera di Commercio – . Un percorso arduo e pieno di ostacoli che però non ha impedito ad un Paese così giovane e di così piccole dimensioni di arrivare alla meta prefissata. L'Ambasciatore ha poi sottolineato come la lungimiranza e l'impegno dei loro rappresentanti nelle sedi internazionali siano stati fondamentali per raggiungere un obiettivo così ambizioso che, oltre a comportare innumerevoli vantaggi, costituisce un vero e proprio valore aggiunto in questo mondo sempre più globalizzato”. VAI ALLA SEZIONE INTERNAZIONALIZZAZIONE