27 settembre, Giornata Mondiale del Turismo 2010

San Marino aderisce alla Giornata Mondiale che per tema "turismo e biodiversità”

Il Segretario di Stato, Berardi: "Lo sviluppo del turismo contribuisce alla crescita dell'economia di un territorio e al benessere della popolazione autoctona, ma occorre proteggere nel contempo le risorse naturali e quindi anche le attrattive, affinché sviluppo e benessere siano duraturi nel tempo”. Secondo l'Organizzazione Mondiale del Turismo, nel 1995 il movimento internazionale di turisti  è stato di 534 milioni. Il 2010 dovrebbe chiudersi con  1006 milioni, mentre per il 2020 è previsto un movimento di 1561 milioni di turisti, con una crescita media annuale del 4.1%. Tutto ciò senza contare i movimenti del turismo interno. Che impatto può avere una movimentazione di tali proporzioni sui territori visitati? La domanda è posta su scala globale dall'Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO, United Nations World Tourism Organisation), che quest'anno ha dedicato la giornata mondiale del turismo, il 27 settembre, al tema "Turismo e biodiversità”. Sinteticamente, per biodiversità si intende l'insieme di tutte le forme viventi, geneticamente dissimili, e degli ecosistemi ad esse correlati. E' grazie alla biodiversità che la ricerca scientifica ha potuto fare scoperte utilissime nel campo della farmacologia, o che in una piccola area geografica come una regione si possono sviluppare determinati vitigni da cui si ricavano vini con sfumature di sapore uniche. La tutela della biodiversità è un problema che riguarda tutte le attività umane e certo anche il turismo. La scelta dei luoghi da visitare spesso è dettata dalla ricerca di specificità (paesaggistiche, ambientali, enogastronomiche, faunistiche, ecc.). Ma tali specificità paradossalmente possono essere messe a rischio proprio dall'azione dei flussi turistici.  "E' ormai consolidata l'idea che il turismo debba essere sostenibile, – afferma il Segretario di Stato del Turismo, Fabio Berardi – cioè che possa svilupparsi contribuendo alla crescita economica di un territorio e al benessere della popolazione, proteggendone al contempo le risorse naturali e quindi anche le attrattive, affinché sviluppo e benessere siano duraturi nel tempo”. "La Repubblica di San Marino, che ha aderito alla Convenzione ONU di Rio de Janeiro del 1992 sulla tutela della biodiversità,  si unisce alla comunità internazionale nel celebrare la ricorrenza e richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica sull'esigenza di preservare la ricchezza delle diversità biologiche della natura. Invito dunque tutta la cittadinanza a partecipare alle iniziative organizzate volte ad attirare l'attenzione verso le nostre specificità ambientali, geologiche e naturalistiche”. Tra le iniziative in programma per lunedì 27 settembre: le passeggiate organizzate dall'Associazione Escursionisti Sammarinesi, dalla Genga e dal Centro Naturalistico di San Marino, alla scoperta della fauna, della flora e della geologia del posto; la mostra nell'Antico Monastero Santa Chiara delle opere create con materiale riciclato dagli studenti del corso di Disegno Industriale; l'apertura gratuita di tutti i Musei di Stato e del Reptilarium/Aquarium; i Menu sostenibili proposti da molti ristoranti. All'iniziativa ha aderito anche l'Associazione Micologica. La Funivia effettuerà servizio gratuito per l'intero orario di servizio. Il Segretario di Stato, Fabio Berardi coglie l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno aderito e, in particolar modo, tutti gli operatori del turismo, protagonisti di un settore economico fondamentale per la nostra economia.