Lavoro nero e burocrazia

Le precisazioni dell'USOT

L'Unione Sammarinese Operatori Turismo (USOT) intende fare delle precisazioni riguardo al problema del lavoro nero. Attualmente nel nostro Paese esistono due tipi di lavoro nero: il primo è quello destinato ad abbassare i costi delle aziende, creando così una situazione di concorrenza sleale che danneggia tutti gli operatori che svolgono la propria attività correttamente. Il secondo, invece, è quello creato dalla rigidità della nostra burocrazia e delle nostre leggi che non permettono alle aziende di assumere personale in modo celere. Pratiche per le assunzioni lente e macchinose, mancanza di liste specifiche per certe professionalità, impossibilità di reperire liberamente e velocemente personale esperto e domande di assunzioni regolarmente respinte sono tutte anomalie che creano problemi gravissimi alle aziende e che fomentano la pratica del lavoro nero. Se il primo tipo di irregolarità è da combattere con controlli rigorosi, il secondo tipo necessita di un incontro urgente tra le Associazioni di Categoria interessate e il Governo per pianificare delle modifiche strutturali all'intero sistema di reperimento e assunzione di personale, capaci di renderlo più veloce e flessibile. L'USOT è intenzionata a collaborare per estinguere questo grave fenomeno che danneggia tanto i lavoratori quanto gli operatori economici, ma è necessario che le Istituzioni ascoltino le urgenze della nostra categoria. Il Consiglio Direttivo USOT