Le imprese informano: AASS (Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici)

Nuova illuminazione a Montegiardino, tra design e risparmio energetico  

  Un'opera unica nel suo genere, che coniuga espressione artistica, funzionalità e attenzione all'ambiente. Il 23 dicembre inaugurata la nuova illuminazione del centro storico del Castello di Montegiardino. Il progetto realizzato dall'Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici (AASS), in collaborazione società I-dea.   L'obiettivo è stato quello di riqualificare, facendo attenzione al risparmio energetico e alla riduzione dell'inquinamento luminoso, gli impianti di illuminazione del centro storico del Castello. "Il progetto, il primo del genere per la Repubblica di San Marino – afferma il Presidente AASS Marco Podeschiconiuga cura nell'aspetto estetico ed urbanistico con l'applicazione delle più innovative tecnologie nel settore dell'illuminazione. Alcune soluzioni sono, per la prima volta, realizzate nel Paese, e il tutto è stato condotto in sintonia con la Giunta di Castello di Montegiardino e con le competenti autorità istituzionali preposte all'iter autorizzativo. Lo sforzo progettuale è stato notevole, così come l'impegno economico che ha superato gli oltre 100.000 euro di investimento per l'intera opera. Progetti del genere sono importanti per iniziare il progressivo rinnovo dei sistemi di illuminazione pubblica, è evidente che le scelte vanno misurate in quanto si tratta di tecnologie molto avanzate con costi ancora elevati”.  Il Direttore AASS Emauele Valli: "L'idea del progetto è partita a inizio estate e l'Azienda, grazie al supporto del partner tecnico scelto per il progetto e al lavoro di tutti i tecnici AASS coinvolti, è riuscita nel piccolo miracolo di terminare ed inaugurare il progetto, completo in tutte le fase autorizzative in soli sei mesi. Quando si parla di efficienza penso si debba riflettere sulla puntualità di esecuzione del progetto e penso la piene soddisfazione dei cittadini del Castello. AASS ha proposto e ci fa piacere che il progetto sia stato tagliato su misura per i cittadini del Castello. Vorrei ringraziare pubblicamente tutti i soggetti che hanno collaborato al progetto e che proprio in questi ultimi giorni hanno lavorato in condizioni climatologiche proibitive”. Un elemento numerico qualifica il progetto: nonostante i punti luce sono quasi raddoppiati, il consumo dell'energia elettrica si è ridotto quasi della metà, con un risparmio annuo di circa 25.000 kWh. Il Progetto si propone di valorizzare il centro storico, attraverso l'impiego di moderne tecnologie d'illuminazione, all'avanguardia per design e rispetto per l'ambiente.  IL PROGETTO   Il centro storico di Montegiardino, nato sulle rovine dell'antico Castello, è caratteristico per i suoi vicoli e le antiche case in pietra. Nel loro insieme formano un monumento storico degno di essere mantenuto e restaurato con diligente e accurata esecuzione. La Riqualificazione del borgo è stata ottenuta anche attraverso l'uso della luce, della tonalità e dell'intensità della stessa, con evidenziazione dei punti di vista e degli edifici di pregio storico-architettonico. Si è cercata l'ottimizzazione della gestione degli impianti e del risparmio energetico tramite la sostituzione degli attuali apparecchi illuminanti con altri dotati di lampade più efficienti. Gli interventi tecnici sono stati mirati alla diminuzione di circa il 50% dei consumi di energia elettrica del precedente impianto di illuminazione pubblica. L'Inquinamento luminoso è stato ridotto seguendo le più recenti disposizioni di legge europee; inoltre è stata effettuata la sostituzione dei componenti più obsoleti degli impianti per migliorare la sicurezza.  Il concetto di illuminazione scaturisce da alcune riflessioni principali: realizzare una illuminazione scenografica per sottolineare gli ingressi al castello con fiaccole luminose a luce ambra, valorizzare i vicoli con pennellate di luce che fanno risaltare particolari, realizzare una corretta illuminazione funzionale per i percorsi e le strade in modo da limitare il più possibile l'inquinamento sugli elementi storici da evidenziare. Il progetto, quindi, è stato studiato in modo da valorizzare gli edifici storici e i dettagli architettonici di pregio creando degli effetti luminosi studiati, senza però dare disturbo sia di abbagliamento che di installazione. L'illuminazione di un'area come il borgo storico, deve rendere confortevole e piacevole il passeggio anche nelle ore notturne infondendo un senso di sicurezza, senza per questo sovradimensionare inutilmente gli impianti. Le opere principali previste dal progetto per il castello di Montegiardino sono: • Nuova illuminazione decorativa della Chiesa di San Lorenzo, del campanile e del sagrato; • Riqualificazione dell'illuminazione del centro storico con installazione di nuovi punti luce a led in particolare per le zone di accesso pedonali; • Riqualificazione di via Dragone con sostituzione del cablaggio delle lanterne con ottica anti-inquinamento luminoso; • Riqualificazione dei punti luce dell'edificio della Vecchia Scuola; • Illuminazione dedicata per le formelle delle stazioni della via Crucis; • Sostituzione dei punti luce di via Dritta con installazione di nuovi punti luce con ottica cut-off (schermata).