Presentato il nuovo Convention bureau di San Marino

Si propone di rilanciare l'immagine della Repubblica come sede di eventi congressuali

economia.jpg
Il Kursaal gestito direttamente da Convention bureau, ente pubblico/privato sulla cui organizzazione il Governo punta molto per rinvigorire l'industria congressuale.

"Le presenze da saltuarie devono divenire costanti – ha spiegato in prima battuta il segretario di Stato al Turismo Fabio Berardied anzi, il nostro sogno sarebbe saturare talmente le sale del palazzo dei congressi da poter utilizzare anche quelle del Grand Hotel Primavera, da poco restaurato, e dell'hotel Palace, due realtà che nonostante la crisi hanno saputo ravvivarsi. Sport, cultura, sanità – ha aggiunto – questi i tre grandi segmenti che dovranno avere un proprio calendario di meeting e conferenze, ed anche la Giochi del Titano ha intenzione di organizzare tornei.
Le potenzialità ci sono, abbiamo visto come abbiamo triplicato, rispetto all'anno scorso, le visite guidate”.

Accanto al presidente Riccardo Vannucci, il nuovo direttore Catia Manduchi, riminese.

Per Vannucci, la missione di Convention bureau è bifronte: "Andare fuori per farci conoscere – ha spiegato – ma anche far meglio quello che già facciamo.
 Dobbiamo educare meglio le aziende a mettere in pratica standard che consentano alla gente che viene qui di avere servizi all'altezza”.