Finanziaria: la relazione politico-programmatica al bilancio 2008

Esaurito il passaggio in prima lettura. I dati forniti dalla Segreteria alle Finanze.

Image


 
Prestiti obbligazionari per diminuire i costi finanziari a carico dello Stato e si offrire ai risparmiatori un rendimento adeguato su titoli assolutamente garantiti.
E’ una delle proposte contenute nella relazione politico-programmatica al bilancio 2008.
Sull’ammontare complessivo del debito pubblico sammarinese, un’alta percentuale è finanziata attraverso anticipazioni.
"Queste forme di finanziamento -ricorda il Segretario di Stato per le finanze Stefano Macina- nella relazione politico-programmatica ai bilanci di previsione dello Stato e degli enti pubblici per il 2008, non sono particolarmente adatte ai progetti di investimenti statali, che per loro natura, richiedono finanziamenti di medio e lungo periodo e stabilità". L’Agenzia di Fitch Rating che, nella visita effettuata in Repubblica pochi mesi fa, ha assegnato a San Marino il rating a lungo termine di “AA” e quello a breve termine di “F1+”, ha sottolineato come il nostro Paese presenti uno dei più bassi rapporti di debito pubblico rispetto al PIL.
Sempre la Fitch ha evidenziato come, nonostante lo stock del debito pubblico sia rimasto inferiore al 6% del PIL negli ultimi anni (nel 2006 era al 3,6%), la struttura a termine ha subito un peggioramento a causa dell’aumento del debito con il conseguente indebolimento della liquidità complessiva.  "Per questo -sottolinea Macina- è prioritario ristrutturare l’intero debito pubblico e questo potrà avvenire con l’emissione e il collocamento al pubblico di un prestito obbligazionario, in accordo con il sistema finanziario sammarinese. Così si diminuiranno i costi finanziari a carico dello Stato e si offrirà ai risparmiatori un rendimento adeguato su titoli assolutamente garantiti. Inoltre con l’emissione di Titoli Pubblici si potranno incrementare le entrate fiscali sulle rendite finanziarie che vengono inopinatamente percepite dal fisco di altri Stati e si potrà ottenere liquidità da investire su progetti di sviluppo che creino occupazione e ricchezza tassabile".
Segreteria di stato alle finanze: cresce il PIL e l'occupazione
Dalle cifre fornite dal segretario di stato Macina esce una crescita del PIL con percentuali stabili tra il 4% e il 5%.
Cresce l’occupazione che, alla fine del 2006, conta 580 posti di lavoro in più.  Il traino dell’economia sammarinese continua ad essere il comparto manifatturiero, stabile sopra il 40%. Sale il settore del credito e assicurazioni, stabile quello del commercio. Il consuntivo per il 2006 chiude con in cassa ancora 24milioni 72mila euro. Il bilancio dello Stato per il 2008 prevede 687milioni di entrate e 687milioni di uscite. E di queste 619milioni di euro sono destinati alle spese correnti. La relazione politico-programmatica presentata dal Segretario di Stato per le finanze Stefano Macina si sofferma anche sulle voci in flessione rispetto alle previsioni.
Diminuiscono di 3 milioni le entrate dell’azienda filatelico-numismatica e, per la prima volta, il bilancio dell’azienda di stato per i servizi chiude con una perdita di esercizio pari a 1 milione 167mila euro mentre, per il 2008, si prevede l’azzeramento dell’utile di avanzo che è di 500mila euro. Il Bilancio dello Stato per il prossimo anno prevede un deficit di 8milioni 624mila euro destinati agli investimenti.
2 milioni vanno al comparto turistico-commerciale, 1milione 700mila i contributi per i crediti agevolati alle imprese. 390mila euro per promuovere l’attività di ricerca, 400mila per l’innovazione tecnologica, 500mila per il risparmio energetico.
Gli interventi sul territorio assicurano 3milioni 560mila euro per completare i plessi scolastici, 930mila nel recupero di edifici storici, 680mila per ampliare i cimiteri, 1milione 700mila per riqualificare alcune aree del centro, 890mila agli impianti sportivi e 1milione 510mila euro per sistemare le aree urbane.
Gli stanziamenti più consistenti sono quelli per la messa in sicurezza delle strade con 4 milioni 155mila euro, gli interventi sull’ospedale 1milione 600mila + 2milioni per completare il comparto operatorio e la risonanza magnetica, 4milioni per la strada di Fondovalle e 8 milioni di euro per i progetti di investimenti dell’azienda di stato per i servizi: dalla centrale di potabilizzazione dell’acqua, agli interventi sulla rete del gas, alla messa in sicurezza delle reti elettriche.