Le imprese informano: Del Conca, il business corre in pista a Dubai

Con la controllata Pastorelli , il Gruppo si aggiudica una pavimentazione al “Formula One Theme”, attrazione del megaparco motoristico da 48 miliardi di Euro

Image
 Vanno bene le cose al Gruppo Del Conca, realtà che svetta tra i leader mondiali nella produzione delle piastrelle in ceramica e che, a livello nazionale, vanta il trend di crescita più sostenuto dell’ultimo decennio (fatturato 2006: 155 milioni di Euro, +20%). Il Gruppo, attraverso la controllata Pastorelli , ha infatti di recente acquisito una prestigiosa commessa che gli permette di insediarsi nel mercato degli Emirati Arabi. Si tratta della pavimentazione dei 25.000 mq. del centro direzionale annesso al “Formula One Theme”, il circuito che costituisce una delle principali attrazioni del MotorCity di Dubai.

Il MotorCity, ideato dalla Union Properties, è un imponente complesso di 24 progetti che verranno portati a termine entro il 2025. Gli investimenti impiegati per realizzare il colosso di intrattenimento motoristico hanno un costo stimato di 235 miliardi di dirham (48 miliardi di Euro), il 60% finanziato da investitori privati. E sarà proprio la modenese Pastorelli a fornire il rivestimento di gres porcellanato necessario alla realizzazione dell’area “Formula One Theme”. Era il 2002 quando il Gruppo ha rilevato l’azienda emiliana, riportandola in pochi anni ai più alti livelli di capacità produttiva, come attesta il fatturato 2006, arrivato a 43 milioni di Euro.

Questo successo internazionale di Pastorelli è solo l’ultimo dei tanti che in tempi recenti hanno procurato al Gruppo Del Conca notevoli soddisfazioni, come l’acquisizione di clienti ormai fidelizzati quali Starbucks e McLaren. Per quanto riguarda l’Europa, è nella parte orientale che si segnala un più significativo incremento delle vendite, pari a un +10%. Più in generale, dall’estero arriva il 65% del fatturato, pari a oltre 100 milioni, mentre il restante 35% (55 milioni) viene generato in Italia.

Grandi soddisfazioni vengono anche dagli USA, dove la richiesta della vasta gamma dei prodotti Del Conca da parte del mercato medio-alto si mantiene agli stessi sostenuti livelli dello scorso anno. Conferma l’amministratore unico Enzo Donald Mularoni: «Nonostante la perdita di valore del Dollaro del 10% rispetto all’Euro e la crisi dei mutui subprime innescata nella prima parte dell’anno, in controtendenza con l’andamento nazionale dell’export negli Stati Uniti vantiamo un giro d’affari superiore ai 55 milioni di Euro (+30% nel 2006), che nel 2007 tenderà a consolidarsi. Questo è il premio per l’attenzione costante che dedichiamo all’efficienza produttiva, all’individuazione dei canali distributivi più innovativi e alla ricerca qualitativa ed estetica, che ci ha consentito di tenere alto il livello di competitività».

Il Gruppo Del Conca, official partner della nazionale italiana di calcio, è stato tra i protagonisti del Cersaie di Bologna, dove ha presentato le sue ultime linee, frutto di un instancabile lavoro di ricerca. Mularoni: «Uno dei nostri punti di forza è rappresentato dai continui e importanti investimenti in tecnologia: in media, 5 milioni l’anno. Così siamo riusciti a imporre sul mercato globale le nostre piastrelle, inimitabili sia per la tecnologia impiegata che per il livello qualitativo raggiunto. Ora stiamo lanciando il nuovo formato 60x120, con cui contiamo di raggiungere nuovi segmenti di mercato».

Il Gruppo, che impiega complessivamente oltre 550 addetti, è composto da tre poli industriali situati tra l'Emilia-Romagna e San Marino: Ceramica Faetano, Ceramica Del Conca e Pastorelli. Nel 2007 il turnover supererà, secondo le previsioni dei vertici, i 160 milioni di Euro, con un ulteriore aumento rispetto all’anno precedente.