Attività all’estero delle imprese di San Marino: problemi e opportunità.

Il Club_Estero della Camera di Commercio e i Segretari di Stato Stolfi e Masi a confronto.

Image
 Oggi Giovedì 18 Ottobre 2007 l’Area Internazionalizzazione della Camera di Commercio ha organizzato un incontro tra i membri del Club_Estero della Camera di Commercio ed i Segretari di Stato On.le Fiorenzo Stolfi e On.le Tito Masi.
  Il Club_Estero nasce su iniziativa della Camera di Commercio all’inizio del 2007 con l’obiettivo di svolgere una funzione di assistenza, informazione e promozione al fine di favorire ed incrementare la presenza delle aziende sammarinesi sui mercato internazionali.
Oggetto dell’incontro è stata la presentazione delle problematiche degli operatori sammarinesi che lavorano all’estero.
  Tanti argomenti posti sul tavolo: dalla richiesta di superamento del regime di transito T2 al miglioramento delle procedure del conto lavoro, dall’aumento dell’attrattività del paese per investitori attraverso una maggiore certezza del diritto all’incremento degli accordi contro le doppie imposizioni, dai vincoli di impiantare stabili organizzazioni all’estero all’investimento nella formazione di addetti all’export consentendo l’assunzione di personale estero altamente specializzato.
  Due priorità: superamento del regime di transito T2 e miglioramento delle procedure del conto lavoro.
  Tutte le imprese aderenti al Club_Estero si sono espresse nella direzione di cui sopra, manifestando l’opportunità di continuare ad incrementare i rapporti con l’Unione Europea al fine di risolvere nel breve questioni urgenti che rendono le stesse imprese molto meno competitive rispetto ai loro diretti concorrenti  oltre confine.
  “Sarà compito dell’Esecutivo” – ha affermato il Segretario di Stato Stolfi –  “continuare sulla strada degli accordi con gli stati esteri  e dell’integrazione con l’Europa. A tale proposito colgo con favore la spinta e l’esortazione delle aziende presenti ad aderire all’Unione Europea per parificare le aziende sammarinesi alle concorrenti estere.”
“Siamo molto contenti” – ha continuato il Segretario di Stato Stolfi – “dell’iniziativa intrapresa dalla Camera di Commercio e dell’incontro organizzato oggi, incontro che auspico possa ripetersi nel prossimo futuro per analizzare lo stato di avanzamento delle azioni intraprese, cogliamo con favore la richiesta di unire alle missioni diplomatiche missioni commerciali in paesi di interesse delle imprese di San Marino.”
  “L’incontro di oggi” – ha dichiarato il Segretario di Stato per l’Industria Masi - “ha fatto emergere questioni molto importanti su alcune delle quali l’esecutivo è già impegnato; la questione del superamento del regime di transito T2 e il miglioramento della procedura del conto lavoro sono sicuramente delle priorità, il dialogo con le istituzioni e gli organi europei auspichiamo possano portare al più presto delle soluzioni.”
“Difficili questioni sono sul tavolo in questi giorni anche con la vicina Italia ” – ha proseguito il Segretario di Stato per l’Industria Masi - “come le iniziative della Guardia di Finanza, la nota problematica dello scambio di informazioni e dell’inserimento nella white list. Siamo vicini alle imprese e ci impegneremo affinché le stesse possano operare ovunque nel mondo nelle migliori condizioni possibili, nel rispetto delle regole internazionali.”
  “L’istituzione del Club_Estero” – ha dichiarato il Direttore della Camera di Commercio Massimo Ghiotti - ”nasce con un obiettivo preciso: fare squadra. È con la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti ai vari livelli e la condivisione di obiettivi specifici, che si può migliorare la situazione esistente. Tanto è stato fatto da questo e dai precedenti governi e da tutte le imprese di San Marino, tanto c’è ancora da fare. Di qui il motivo dell’incontro di oggi e di quelli che seguiranno.”