Comunicato Stampa OSLA

BASTA CON LE STRUMENTALIZZAZIONI SUI P.P.

  ImageLa trasparenza di Osla sta nel fatto che non ha interessi politici di alcun genere e lo dimostra il fatto che nello statuto sono considerati incompatibili le cariche dirigenziali o di presidenza, con cariche politiche.
L’unica cosa che Osla ha a cuore è il bene di San Marino e di conseguenza il nostro desiderio è quello di valorizzare il centro storico della capitale.
Non ci interessa che passi questo Piano Particolareggiato, per fare un favore a chi l’ha proposto, ma perché vorremmo uscire da un immobilismo di anni, pur nella consapevolezza che questo è solo un primo passo.
C’è il rammarico nel constatare che, ancora una volta, il governo chiede a i privati di fare ulteriori sforzi.
Gli operatori del commercio, a maggioranza, hanno condiviso i contenuti del progetto, ma chiedono di mantenere le vetrine esterne con le loro dimensioni attuali.
La richiesta non è assurda e non può essere considerata inaccettabile.
Un mediazione va trovata ed è inutile fare il muro contro muro, se si hanno a cuore le sorti del commercio turistico.
Osla, è giusto precisarlo, non ha mai “messo in  guardia” nessuno dal non presentare il ricorso alla Commissione Urbanistica, contro l’eliminazione delle vetrine.
Abbiamo semplicemente detto che non è una iniziativa che condividiamo e che ogni operatore, in ogni caso,  è libero di muoversi come meglio crede.
Abbiamo la sensazione che qualcuno, volutamente, voglia innescare la polemica e gettare benzina sul fuoco per avere un pretesto per bloccare tutto.
Non vogliamo creare alibi a nessuno. Siamo per un dialogo aperto e sincero, con la convinzione che se il governo facesse una politica turistica incisiva e programmata, che aumentasse notevolmente il numero dei visitatori e contestualmente si curassero e valorizzassero le aree di carattere storico e naturalistico del centro storico, da troppo tempo trascurate, l’eliminazione delle vetrine non sarebbe un problema per la maggior parte degli operatori che, in quanto imprenditori, rischiano sulla propria pelle ogni giorno.
OSLA, San Marino, 27 agosto 2007